timeline_pre_loader
Gli anni 2000

2013

Creazione di una joint venture in India.

2012

Trasferimento di SIGI nel nuovo sito produttivo.

2011

Dopo oltre 35 anni nella società FAVIER TPL, inclusi 25 anni nella gestione, Nicole e Michel lasciano il posto alla quarta generazione. Mathieu diventa il nuovo direttore di FAVIER TPL.

2010

L’assunzione di un manager R & D e la creazione di un laboratorio rafforzano la strategia di innovazione del Gruppo Favier.
La guaina SEP-R, rivestita con una nuova vernice poliuretanica rigida, soddisfa la domanda di determinati mercati.

2007

Per servire e accogliere meglio i propri clienti, il dipartimento commerciale di Favier TPL rafforza e vede espandersi i suoi uffici.

2006

La guaina per alte temperature (SCS THT) e le guaine termoretraibili (GTR) si aggiungono alla gamma di prodotti Favier.

2005

Il gruppo Favier acquisisce la società italiana SIGI, con l’obiettivo di espandere la propria presenza sul mercato italiano.

2004

Il sito di Bertignat amplia la superficie delle sue officine di tessitura da 1500 m² con la costruzione di un impianto a relè.

2001

In seguito all’assunzione, tre anni fa, di una persona incaricata di Anticipazione Qualità e Intelligenza Strategica, l’azienda è certificata ISO 9001: 2000.

Fine del 20 ° secolo

2000

L’azienda concentra parte della sua attività sulla tessitura di materiali compositi, sia acquistando un telaio appositamente progettato per questo tipo di produzione, sia firmando una partnership con un produttore di fibra di carbonio.

1994

Acquisizione della certificazione ISO 9002 dopo un processo triennale di conformità.

1990

L’azienda che esporta principalmente in Italia si espande in altri paesi dopo aver assunto un direttore delle vendite.

1985

La compagnia compra i suoi primi scambi veloci.

1984

Il lavoro sta dando i suoi frutti con un fatturato che aumenta costantemente di anno in anno. Marcel Favier andò in pensione e fu sostituito da suo figlio Michel, con Jean-Claude che divenne responsabile della produzione e della qualità. Nicole Favier, la moglie di Michel, è responsabile della contabilità.

1974 - 1975

Il principale cliente dell’azienda sta incontrando grandi difficoltà; lei decide di fare prodotti finiti. Marcel Favier è affiancato dai suoi due figli Michel e Jean-Claude.

Michel sostiene il sito di Bertignat e Jean-Claude quello di Ribeyre. L’azienda sta lanciando la produzione di maniche isolanti e diversifica la sua clientela.

1973

Viene fondata la società Braids and Plastics Livradois (TPL).

L’azienda di famiglia è divisa in due: una parte di tessitura rimane a Ribeyre mentre l’altra parte, che diventerà la fabbrica di verniciatura e finitura dei prodotti, viene trasferita a Bertignat in un ex convento in cui Marcel Favier è andato a scuola.

1959

Eugene Sauvage va in pensione e vende i suoi affari a suo genero Marcel Favier. Quest’ultimo ingrandisce gli edifici esistenti e compra i commerci. Per le esigenze del mercato, si imbarca sulla trecciatura del figlio del vetro ancora in outsourcing.

1955

All’età di 63 anni, Eugène Sauvage ha iniziato a produrre nuovi prodoti come la guaina isolante a base di rayon e ha lavorato come subappaltatore per un singolo cliente.

1927

Eugène Sauvage crea l’azienda a Ribeyre, in una vecchia rovina di una cartiera abbandonata dove ripristina una vecchia cartiera e installa i mestieri di intrecciatura in legno.

Grazie al mulino, sfrutta l’energia fornita dall’acqua per trasformare i mestieri e fare il potere di accendere i laboratori. Possedie 2000 fusi e produce principalmente lacci piatti, stringhe per scarpe, serpentine, cinghie per bretelle… che produce in subappalto.